Bilancio partecipativo: l’esempio del parco giochi nato a Bologna

Il Comune ha deciso di far scegliere ai residenti come destinare 900 mila euro. Laboratori di quartiere hanno ideato diversi progetti, che sono stati messi al voto

A Bologna si è votato senza scomodare partiti e candidati, aprire e chiudere seggi, inseguire promesse magari vane, lasciarsi sedurre da ammiccanti slogan. A colpi di «clic» si è deciso come spendere un milione di euro da investire in iniziative che riqualificheranno spazi e aree verdi, accrescendone la capacità di rivelarsi accoglienti luoghi di incontro. Si poteva scegliere tra 27 progetti: nati, fatti crescere e varati da laboratori di quartiere, a cui hanno preso parte in quasi 80 incontri duemila cittadini tra la primavera e l’estate scorse.
Leggi l’articolo completo su www.ilcorriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *